Brook Preloader

Progetto SIOT: una manifestazione in regione

Giovedì 29 settembre dalle 10 alle 12 si terrà a Trieste, piazza Oberdan 6 un picchetto partecipato anche da Legambiente per chiedere alla Regione l’avvio di un confronto aperto anche ai portatori di interesse con la SIOT, società che gestisce l’oleodotto transalpino, sul progetto che prevede la costruzioni di 4 impianti di cogenerazione ad alto rendimento (dicono loro) da realizzare a Dolina, Reana, Somplago di Cavazzo Carnico e Paluzza, La risoluzione che prevede il tavolo allargato è stata condivisa anche dal Presidente della Giunta Regionale. Ma occorre tenera alta la guardia.

Si passa così da motori elettrici (pompe) alimentati dalla rete (38% di rinnovabili) a gruppi cogeneratori alimentati a metano. Ecco In sintesi alcune specifiche e valutazioni del progetto:

  • 4 stazioni; 8 MW elettrici per stazione;  consumeranno 14.000.000 Smc di gas per stazione.
  • 28.000 ton di CO2 per stazione
  • 56.000.000 Smc di gas naturale all’anno in più nella nostra regione che corrispondono al consumo di  circa 40.000 utenze domestiche (famiglie di 3-4 persone).
  • Non sono efficientamento energetico come dichiarato, così come risulta da un documento tecnico elaborato da APE e da  nostre valutazioni
  • Legambiente ha promosso già due incontri pubblici sul tema: a Paluzza insieme ai comitati  e a Dolina con il Comune e partecipato all’incontro a Somplago. 

Allargando lo sguardo, in Italia oggi, sono 120 impianti fossili in attesa di autorizzazione.
È importante pertanto esserci. 

 
Per maggiori informazioni:  Roberto Urbani ([email protected])

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.