Brook Preloader

Una ciclostaffetta lungo il Tagliamento

Una ciclostaffetta lungo il Tagliamento

Nei giorni 13, 14 e 15 ottobre il progetto Percorsi Intrecciati sul Tagliamento torna a raccontare il fiume, chi lo vive e le iniziative di citizen science che hanno animato questo 2022, con una ciclostaffetta dedicata alle scuole coinvolte e incontri con le autorità locali e la cittadinanza.

 

PERCORSI INTRECCIATI SUL TAGLIAMENTO

Si tratta di un progetto di diffusione della cultura e della conoscenza scientifica sul Tagliamento, attraverso esperienze di citizen science, educazione ambientale, incontri con esperti, mostre fotografiche ispirate alla bellezza del fiume.

Il progetto ha coinvolto diverse scuole superiori e medie, associazioni di volontariato e l’istituto di ricerca IGB di Berlino in attività laboratoriali lungo il fiume, dal campionamento delle plastiche all’analisi delle acque, dall’esame visuale della qualità dei corsi d’acqua, alla redazione partecipata di una mappa di comunità dei territori rivieraschi, alla fotografia che incontra il fiume.

“La mobilità dolce, a piedi e in bici, e il turismo culturale sono esperienze che facilitano la scoperta di questi ambienti straordinari, soprattutto tra i giovani”
Sandro Cargnelutti, presidente Legambiente FVG

Il progetto vede come capofila Legambiente e come partner il CEVI, l’Ecomuseo delle acque del Gemonese, FIAB Udine, IGB Leibniz-Institute of Freshwater Ecology and Inland Fisheries di Berlino, l’ISIS Mattei – Martin di Latisana, l’ISIS Solari di Tolmezzo, Menti Libere, Associazione culturale. È finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (Bando sulla Divulgazione della cultura scientifica).

 

LA CICLOSTAFFETTA

Il gruppo organizzatore del progetto partirà dalle sorgenti per pedalare lungo tutto il corso del Tagliamento, dando vita ad una ciclostaffetta il cui testimone, da portare alla foce, saranno le esperienze maturate durante le attività svolte e alcune proposte di valorizzazione culturale del fiume. 

A Villa Santina, gli studenti dell’ISIS Solari di Tolmezzo si aggiungeranno alla ciclostaffetta. Una volta rientrati all’istituto, racconteranno le ricerche effettuate e i risultati ottenuti dalle attività laboratoriali condotte sul fiume. Da Gemona del Friuli a Codroipo, la ciclostaffetta incontrerà le istituzioni del territorio per un resoconto delle attività e per presentare il Manifesto “Tagliamento Ecosistema Culturale” e la mappa della ciclovia del Tagliamento. A Latisana, la ciclostaffetta incontrerà gli studenti dell’ISIS Mattei-Martin che racconteranno le loro esperienze e pedaleranno fino a Lignano. In tale occasione, il compositore Paolo Forte suonerà la sua Sinfonia del Tagliamento e verrà inaugurata la mostra di Eugenio Novajra “Tiliment, il fiume si racconta”. A Lignano, infine, l’evento conclusivo vedrà la consegna alle autorità del Manifesto, realizzato da Legambiente.

 

LA MAPPA DELLA CICLOVIA SUL TAGLIAMENTO

La mappa, realizzata con il contributo di COOP Alleanza 3.0, riporta l’itinierario ciclabile del Tagliamento, segnalando le varianti e dove passare in modo sicuro quando questa si interrompe. È perciò uno strumento prezioso a chiunque desideri esplorare il corso del fiume pedalando. Al tempo stesso, evidenzia quanto ancora si può fare e dove occorre intervenire per favorire il turismo lento e sostenibile sull’intera tratta.

 

MANIFESTO “TAGLIAMENTO, ECOSISTEMA CULTURALE”

È una raccolta di proposte che individuano il fiume come risorsa culturale, mirate a mettere in risalto la necessità di promuovere relazioni del territorio con la comunità scientifica, molto presente sul fiume, unitamente alla promozione di iniziative di citizen science con le scuole, alla formazione specialistica sulla gestione fluviale e ai linguaggi dell’arte come parte integrante della tutela del territorio. Insomma un centro di documentazione, su strutture esistenti, come contenitore e catalizzatore di questi processi.

 

INCONTRO APERTO CON LA CITTADINANZA

In occasione di questa tre giorni di festa sul Tagliamento verranno presentati a Gemona del Friuli giovedì 13 ottobre alle 18 i dati elaborati dalle scuole coinvolte dal progetto che, durante lo scorso anno scolastico, si sono cimentate in analisi visuali, chimiche e biologiche dalle acque del fiume e delle plastiche che lo inquinano. Sarà un’occasione per premiare il loro lavoro e per conoscere lo stato di salute di uno dei più importanti patrimoni naturali friulani. Si parlerà di scienza dei cittadini sul fiume e di mobilità lenta.

 

Programma

13 OTTOBRE

  • Ore 7.00 Passo della Mauria: partenza del comitato organizzatore

  • Ore 9.30 Villa Santina, località campo sportivo: incontro con 2 classi del Solari e le Autorità locali

  • Ore 10.30 Tolmezzo, ISIS Solari: incontro con gli studenti

  • Ore 18.00 Gemona del Friuli, Centro di riuso “Maistrassâ” (Via Santa Lucia, 34): incontro con la cittadinanza

 14 OTTOBRE

  • Ore 8.30 Gemona del Friuli, Stazione FFSS

  • Ore 10.30 Majano, Hospitale di S. Giovanni

  • Ore 13.00 Dignano, Piazza Plebiscito 

 A Gemona, Majano e Dignano, breve incontro con le autorità: consegna della mappa della ciclovia del Tagliamento e del Manifesto.

 15 OTTOBRE

  • Ore 9.30 Latisana, ISIS Mattei-Martin: incontro con gli studenti e inaugurazione della mostra di Eugenio Novajra “Tiliment, il fiume si racconta”. L’evento sarà accompagnato dalle note della sinfonia sul Tagliamento del musicista Paolo Forte.
  • Ore 13.00 Lignano, foce del Tagliamento: incontro con le autorità e consegna del Manifesto e della mappa. Conclusioni.

ciclostaffetta per sito fondo

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.